Pensioni, sindacati freddi sulla flessibilità di Tridico

Anche se tutto è lontano dalle aspettative irrealistiche sulla pensione che pare popolino i sogni degli italiani: una ricerca a cura di Moneyfarm e Progetica infatti svela che il 76% del campione vorrebbe poter smettere di lavorare prima dell'età della pensione e i ventenni vorrebbero avere l'assegno già a 55 anni.

La pensione anticipata Quota 100 termina il suo triennio sperimentale il 31 dicembre 2021 e non sarà più rinnovata.

Invece, la Pensione anticipata "Opzione Donna" che è prorogata ogni anno, probabilmente sarà rinnovata anche nel 2022 e c'è la possibilità che diventi strutturale. Questa misura dedicata alle donne permette il pensionamento con 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti e 59 anni di età per le lavoratrici autonome.

E' bene precisare inoltre che il computo dei periodi in misura piena riguarda esclusivamente la maturazione del requisito anagrafico, mentre resta fermo che l'anzianità contributiva dei periodi di attività svolta in part-time, ai fini della misura (ossia dell'importo dell'assegno della prestazione pensionistica) rimane proporzionale all'orario di lavoro svolto ed ai contributi versati, in applicazione del proprio contratto. La richiesta si inserisce in un dibattito molto acceso che nei giorni scorsi ha avuto il contributo del presidente Inps, Pasquale Tridico, che intervenendo a un webinar ha elencato le sue ipotesi di riforma, toccando anche l'idea di pensionamento ispirato a una maggiore flessibilità senza che questa gravi sulla sostenibilità della spesa pensionistica per le casse dello Stato, che è poi il cuore del problema. Con 36 anni di contributi se si svolge un lavoro gravoso e usuranti. Nel 2021 la domanda si può presentare entro e non oltre il 30 novembre. Si tratta della Rendita Integrativa temporanea Anticipata (RITA) e prevede l'accesso con 62 anni e minimo 20 anni di contributi. Riscattando la laurea, quindi, potrebbe andare in pensione a circa 63 anni con l'anticipata ordinaria e sempre con 41 anni e 10 mesi di contributi.