Coprifuoco alle 23 già da lunedì 17? Ipotesi allo studio

Coprifuoco alle 23 già da lunedì 17? Ipotesi allo studio

Lo slittamento potrebbe anche esserci dal 24 maggio e non dal 17.

Sulla base dei dati il governo Draghi deciderà se spostare l'orario di coprifuoco o farlo slittare alle undici o a mezzanotte - come plausibile - e se modificare il calendario riaperture fissato dal precedente decreto del 26 aprile. Sono indiscrezioni che circolano in vista della cabina di regia del Governo sulle prossime riaperture in programma questa settimana.

Le novità del decreto Covid di maggio partirebbero proprio dal coprifuoco.

La cabina di regia oggi dovrebbe riunirsi per fare il punto sulle riaperture previste per la metà del mese di maggio, mentre mercoledì dovrebbe tenersi un vertice Governo-Regioni per valutare nuovi parametri per la classificazione dei colori. In questo momento non è previsto, i bar e i ristoranti possono fare solo il servizio al tavolo, e solo all'aperto.

I dubbi sul COPRIFUOCO, come riportato anche dal quotidiano Repubblica, provengono soprattutto dal Comitato Tecnico Scientifico che continua ad essere contrario anche in vista del prossimo decreto, seppur la decisione ultima spetterà alla politica e di conseguenza all'esecutivo. E Speranza, che ha sempre tenuto la linea del rigore assoluto, è pronto ad allentare il coprifuoco perché vede nei 24 milioni di vaccini somministrati in Italia una garanzia sufficiente per restituire libertà ai cittadini.

La revisione di metà maggio servirà anche a trovare un accordo sulla ripresa di quei settori ancora fermi, come il wedding. Per quel che riguarda il coprifuoco, l'idea per ora è quello di posticiparlo alle 23.

Eppure, alla luce dei dati incoraggianti, anche l'ala più prudente della maggioranza è ormai pronta a "riaprire in sicurezza". Luigi Di Maio, che è ministro degli Esteri, chiede di "alleggerire le misure per attrarre turisti in Italia".

Tra le ipotesi emerse negli scorsi giorni, la possibilità di partecipare alle feste di matrimonio con la certificazione verde Covid-19.

Attualmente i centri commerciali sono aperti nei giorni feriali, ma restano chiusi sabato, domenica e nei giorni festivi e prefestivi (tranne le attività essenziali al loro interno). Sarà la cabina di regia a stabilire una data di riapertura dei negozi dei centri commerciali nel weekend, che potrebbe essere sabato 22 maggio.

Intanto, dal 15 maggio, per chi arriva dai paesi Ue c'è l'abolizione della quarantena in presenza di un green pass, ossia un certificato di avvenuta vaccinazione, guarigione oppure di tampone negativo.