Covid Gb, crollo contagi: 5.455 casi, mai così pochi da settembre

Covid Gb, crollo contagi: 5.455 casi, mai così pochi da settembre

"Sulla scuola si è sbagliato troppo - spiega Domenico Mamone, presidente dell'Unsic e autore con Giampiero Castellotti del libro 'Covid e dintorni', con un ampio capitolo dedicato proprio alla scuola". A distanza di poche settimane si è saliti al 25 per cento: "Da una settimana però è stabile - precisa Sacchetti - e soprattutto non abbiamo riscontrato contagi da varianti in questo venticinque per cento".

Il maggior aumento di casi si registra nella provincia di Reggio Calabria (+112), seguita dalla provincia di Vibo Valentia (+17), di Catanzaro (+11) e di Cosenza (+11), mentre a Crotone non si registra alcun nuovo contagio. Nella giornata di ieri sono stati 115 quelli sanzionati (85 sabato); 27 i provvedimenti di chiusura delle attività eseguiti ieri, 45 nella giornata di sabato.

Ma il nodo che divide i ministri è quali misure disporre per le scuole in zona arancione. Dei 902 nuovi casi, gli asintomatici sono 297 (32,9% ). Intanto si aggiungono le scuole che chiudono. La sindaca di Ancora Valeria Mancinelli annuncia: "Da domani 2 marzo fino a domenica 14 sono sospese le attività didattiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado, scuole d'infanzia e nidi compresi, pubbliche e private".

Una bambina della scuola media di Raffadali è risultata positiva al Covid-19.

I rigoristi obiettano che non ha senso allontanare il contagio dalle classi e permettere ai ragazzi magari di assembrarsi nelle vie dello shopping ma l'ala degli aperturisti batte sul tasto dell'economia. "Invece ci avviamo verso la conclusione dell'anno scolastico con decisioni imposte dal virus e applicate a macchia di leopardo, lì dove i buoi sono già scappati dalla stalla e il numero delle terapie intensive occupate è in crescita da undici giorni". Infine c'è il capitolo congedi e sostegno alle famiglie.