Lombardia zona arancione, le regole dal 1 marzo

Lombardia zona arancione, le regole dal 1 marzo

"Mi ha appena chiamato il Ministro della Salute Roberto Speranza per comunicare che da lunedì prossimo la Lombardia sarà in fascia arancione - ha confermato Attilio Fontana - Prendiamo atto della decisione, ma è arrivato il momento che i tecnici e gli scienziati studino e poi ci dicano in modo chiaro e definito come superare questo stillicidio settimanale attraverso regole stabili e sicure". Si può fare attività motoria solo all'interno del proprio Comune, se questo supera i 5.000 abitanti. "Siamo arrivati fin qui con molta fatica e molte ferite, confidiamo che la campagna vaccinale ci consenta nel giro di pochi mesi di uscire da questa difficile condizione, evitiamo di abbassare la guardia proprio adesso".

- Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. L'obbligo non è previsto per: bambini sotto i 6 anni di età; persone che, per la loro invalidità o patologia, non possono indossare la mascherina; operatori o persone che, per assistere una persona esente dall'obbligo, non possono a loro volta indossare la mascherina (per esempio: chi debba interloquire nella L.I.S. con persona non udente). Per spostarsi bisogna essere proprietari dell'immobile o averlo affittato prima del 14 gennaio di quest'anno. Del resto, come ha spiegato oggi Alberto Zucchi, direttore Servizio Epidemiologico Aziendale di Ats Bergamo, "l'incidenza è pari a 137 per 100.000 abitanti, quindi siamo tornati ai livelli di inizi novembre". La media giornaliera dei casi incidenti della settimana è pari a 209 nuovi casi al giorno, pertanto si riscontra un trend incrementale particolarmente notevole (ricordando che eravamo a 67 nuovi casi/die un mese fa). E proprio nella Bassa si concentrano i contagi più numerosi in termini assoluti e in proporzione alla popolazione. Fu per merito suo che, il 20 febbraio 2020 all'ospedale di Codogno (Lodi), Mattia Maestri fu sottoposto al tampone che diagnosticò la sua positività. Circa un nuovo positivo su dieci, inoltre, è uno studente o un insegnante delle scuole. La Liguria passerà dalla zona arancione a quella gialla; la Campania resta in zona arancione mentre la Basilicata diventa zona rossa. "Auspico quindi che si lavori su questo, trovando un equilibro tra la necessità di garantire da un lato la sicurezza sanitaria e, dall'altro, la tenuta del sistema economico". Solo in provincia di Bergamo si sono registrati 358 casi, decisamente più che nei giorni scorsi.

In Lombardia i nuovi positivi sono 4.557, con un tasso di positività dei tamponi al 9,7%. A Treviglio si sono verificati 12 casi nelle ultime 24 ore.