Cdm, nominati i sottosegretari: Gabrielli ai servizi

Cdm, nominati i sottosegretari: Gabrielli ai servizi

Convocato inizialmente alle 17 per deliberare le esequie di Stato per l'ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, il Consiglio dei ministri è stato posticipato alle 18 con un nuovo ordine del giorno in cui figurava anche la nomina dei sottosegretari. Un listone organizzato col manuale Cencelli persino nel genere: dopo le polemiche dei giorni scorsi venti poltrone sono assegnate a donne, diciannove a uomini. 14 le Sottosegretarie sui 33 prescelti.Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport sarà nominato in un secondo momento.

Il capo della Polizia Franco Gabrielli diventa Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai Servizi segreti e alla sicurezza: è stato scelto direttamente dal presidente del Consiglio Draghi. La lista, limata a Palazzo Chigi a partire dalle rose di nomi presentate dai partiti, viene resa nota solo all'ultimo, ma non tutto quadra: in Cdm emergono dubbi su alcuni nomi e caselle, la riunione viene sospesa per trovare una sintesi. Di questi 9 vanno alla Lega, 6 al Pd e 11 al M5s.

Sono nove gli esponenti della Lega che entrano al governo, uno da viceministro, gli altri otto da sottosegretari. Per la Lega, che avrebbe 7 sottosegretari, si fanno i nomi, oltre quello di Nicola Molteni, di Massimo Bitonci, Rossano Sasso, Claudio Durigon, Lucia Borgonzoni, Vannia Gava, Tiziana Nisini.

Esteri e cooperazione internazionale: Marina Sereni - viceministro; Manlio Di Stefano e Benedetto Della Vedova sottosegretari. Per FI dovrebbero entrare Debora Bergamini, Giorgio Mulè, Francesco Paolo Sisto, Francesco Battistoni, Gilberto Pichetto Fratin, Giuseppe Moles.

Difesa: Giorgio Mule', Stefania Pucciarelli.

Ministero dell'Economia: Laura Castelli è viceministro; Claudio Durigon, Maria Cecilia Guerra e Alessandra Sartore i sottosegretari. Allo Sviluppo economico Gilberto Pichetto Fratin (viceministro), Alessandra Todde (viceministro) e Anna Ascani.

Per il Movimento 5 stelle dovrebbero essere confermati Giancarlo Cancelleri alle Infrastrutture, Manlio Di Stefano agli Esteri, Pierpaolo Sileri alla Salute e Alessandra Todde allo Sviluppo economico, mentre i nuovi ingressi pentastellati nell'esecutivo dovrebbero essere quelli di Anna Macina alla Giustizia, Barbara Floridia all'Istruzione, Ilaria Fontana all'Ambiente e Dalila Nesci al Sud.