Virus, 10.800 casi e 348 vittime: rapporto tamponi-positivi stabile

Virus, 10.800 casi e 348 vittime: rapporto tamponi-positivi stabile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Gli attualmente positivi sono 570.458, 5.754 in meno rispetto a ieri. E' quanto emerge dal nuovo bollettino del ministero della Salute. Cresce anche il numero di morti con 50 decessi.

E' da poco terminata la riunione del governo di oggi, 3 Gennaio 2021, per decidere quali misure adottare in Italia dopo l'Epifania per prevenire il contagio da coronavirus. Il totale dei ricoverati è di 2.706 persone (+18) mentre nelle terapie intensive sono in cura 368 persone (+3). Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, il totale delle vittime è ora di 756. A breve dunque arriverà un'ordinanza del ministro Roberto Speranza, dopodiché si valuteranno nuove restrizioni per la settimana dal 10 al 15 gennaio, facendo sempre attenzione al monitoraggio della cabina di regia: secondo il Corsera, il coprifuoco potrebbe essere anticipato dalle 20 e inoltre con l'indice Rt sopra 1 potrebbe anche far scattare automaticamente la zona rossa. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 25 nelle terapie intensive (1 in più rispetto ad ieri), 197 nei normali reparti ospedalieri (11 in più), 149 nelle strutture private convenzionate e 21 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Il suo appello però non ha sortito gli effetti sperati con il ministro della Salute di Londra, Matt Hancock, che ai microfoni dell'emittente Bbc si è detto detto "estremamente preoccupato" dalla variante sudafricana, che ha fatto già registrare contagi in due località del Regno Unito, probabilmente riguardanti persone che avevano compiuto viaggi in quel Paese. I decessi sono stati registrati 9 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.