Paesi Golfo tolgono embargo al Qatar, domani firma accordo

Paesi Golfo tolgono embargo al Qatar, domani firma accordo

Nel giugno 2017, l'Arabia Saudita, l'Egitto e gli Emirati Arabi Uniti hanno interrotto le relazioni diplomatiche con il Qatar e sospeso tutte le comunicazioni terrestri, marittime e aeree con questa monarchia del Golfo Persico che accusavano di sponsorizzare il terrorismo.

Il Kuwait ha fatto da mediatore tra il Qatar e quattro stati arabi ma un ruolo di primo piano lo hanno avuto anche gli Stati Uniti: fonti Usa hanno sottolineato in particolare il ruolo di Jared Kushner, genero del presidente Donald Trump e da lui incaricato della gestione delle politiche sul Medio Oriente.

Bin Salman ha accolto l'emiro del Qatar, sceicco Tamim bin Hamad al-Thani, per la prima volta in Arabia Saudita dall'inizio della crisi, con un abbraccio, un'immagine rilanciata dai media locali.

"Oggi ho preso parte al vertice di Al Ula dei leader del CCG. un vertice positivo che unifica i ranghi e istituisce la fraternità sotto il patrocinio del re Salman e del suo principe ereditario Mohammed Bin Salman". Ankara è in aperto contrasto con Riad - player di riferimento degli Stati Uniti - nel confronto sul soft power ideologico dell'Islam ed economico, come nel caso degli interessi reciproci in Indonesia, il più grande Paese musulmano. Da qui potrebbe scaturire un accordo per porre fine alla crisi tra Paesi, anche maggiore dell'attuale ripresa dei rapporti diplomatici avvenuta con la decisione di riaprire i confini.

Teheran è l'antagonista dei sauditi fin dalla Rivoluzione del 1979, oltre che sul fronte energetico e religioso.

"Abbiamo avuto una svolta nella spaccatura del Consiglio di Cooperazione del Golfo", ha detto il funzionario, che, a condizione di anonimato, ha parlato con Reuters.

La posizione degli Stati Uniti è stata offuscata negli ultimi tre anni. Il Qatar ospita la più grande base militare statunitense della regione a Al Udeid: la mossa che ha portato al boicottaggio di Doha ha direttamente colpito gli interessi di Washington. Nel frattempo, l'embargo ha avvicinato il Qatar ai nemici ideologici dell'Arabia Saudita governata dai sunniti: la Turchia vicina appunto alla Fratellanza e l'Iran sciita.