Furia Mihajlovic sull'arbitro: "Siamo i più ammoniti d'Europa!"

Furia Mihajlovic sull'arbitro:

Sarebbe da sciocchi commettere gli stessi errori dell'anno scorso, invece dobbiamo far tesoro di quanto abbiamo imparato e a Firenze ho visto questo.

Udinese bestia nera: "Domani cercherò di cambiare il meno possibile eccezion fatta per Dominguez e De Silvestri".

Oltre al gennaio di partite, in conferenza stampa gli è stato chiesto anche del mercato invernale, soprattutto dopo la chiamata con il presidente Joey Saputo: "No, non abbiamo parlato di mercato, l'ho sentito solo il primo dell'anno assieme alla squadra per farci gli auguri. Paz?". L'Udinese è una squadra forte, tecnica, fisica e completa su tutti i reparti. Se l'allenatore deve analizzare l'atteggiamento della squadra è stato completamente diverso nella ripresa. "Sto rivedendo il Dijks che avevo conosciuto al mio arrivo, e anche Skov Olsen è in ripresa". Come per Palacio, se sta bene parte dall'inizio e glia altri, faccio il farmacista col bilancino: "se una volta faccio giocare uno, la successiva lo fa un altro, gestendo le loro forze".

Un secondo tempo giocato quasi per intero in dieci uomini, ma che i ragazzi di Mihajlovic sono riusciti a tenere in piedi fino alla fine, salvo farsi beffare proprio nel finale di partita.

Mentalità che non cambia: "Abbiamo raccolto quattro pareggi, ma la mentalità è sempre la stessa: fare un goal in più degli avversari". Ci si ragionerà con calma. "Noi giochiamo a calcio, non meniamo: ma capisco sia più facile ammonire Svanberg rispetto a De Paul". Poi se sbaglio mi prendo la mia responsabilità. Palacio sarà il centravanti.

La classifica: "La guardo sopra, sotto, davanti, dietro, destra e sinistra, quindi dappertutto".