Covid, vaccinazione per Burioni giovedì al San Raffaele

Covid, vaccinazione per Burioni giovedì al San Raffaele

"Abbiamo medici e infermieri che hanno 50 giorni di ferie arretrate, non li faccio rientrare in servizio per un vaccino" - questa la spiegazione data dall'Assessore alla Sanità, Giulio Gallera.

"Ma c'è una cosa che mi dà molto, molto, molto fastidio: questa variante più contagiosa pare circolare con particolare intensità nei bambini (0-9 anni) e nei ragazzi (10-19) anni rispetto alle altre fasce d'età".

Il virologo ha quindi tenuto a precisare che sia necessaria una maggiore sorveglianza vista l'attesa riapertura delle scuole con il ritorno degli studenti delle superiori alla didattica in presenza. A quanto apprende l'Adnkronos Salute, il docente dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, diventato prima 'nemico' dei no-vax nei tempi pre-Covid, e poi paladino 'social' dell'informazione scientifica sui vaccini anti Covid, farà l'iniezione scudo nel pomeriggio di giovedì 7 gennaio nell'Irccs di via Olgettina, dove da ieri sono ufficialmente partite le operazioni di immunizzazione del personale.

"Per chiudere, una buona notizia: dati preliminari indicano che questa variante è neutralizzata dalla risposta immune suscitata dai vaccini contro COVID-19". Un motivo in più per sbrigarsi a vaccinare. "Nessun ritardo, nessun ritardo, nessun ritardo", conclude.