Lutto per i Dik Dik, è morto "Pepe" Salvaderi

Lutto per i Dik Dik, è morto

Poco dopo i Dik Dik hanno reso ufficiale la notizia della scomparsa di Pepe Salvaderi sulla pagina Facebook ufficiale del gruppo Giancarlo Sbrizolo e Pietro Montalbetti: "Ciao Pepe, te ne sei andato a suonare con gli angeli e ci hai lasciato qui a piangerti e ricordarti per sempre". Tra i commenti al post dei Dik Dik anche quello di Johnson dei Righeira.

Il 2020 si porta via un altro protagonista del mondo dello spettacolo italiano, è arrivata la scorsa notte a Milano la morte di Erminio Pepe Salvaderi il fondatore, insieme a Pietro "Pietruccio" Montalbetti e Giancarlo "Lallo" Sbriziolo dei Dik Dik. "I Dik Dik furono quelli che portarono il nastrino dei Decibel alla nostra prima casa discografica".

"Sono nato con le nebbia al posto del cuore", amava ripetere Pepe, venuto alla luce a Milano alla fine degli anni 40, grande tifoso milanista e appassionato di tecnologia. Artista versatile suonava la chitarra ritmica, la tastiera ed era la voce secondaria del gruppo celebre per "L'isola di Wight" e "Sognando California" cover della hit dei Mamas & Papas. Conoscendo la tua innata ironia lo avrai fatto così senza avvertirci affinché suonassimo le tue canzoni, le nostre canzoni ancora più forte, così forte da arrivare fino al cielo e il cielo sarà con te ad ascoltarci. Registrammo il primo album con Pepe Salvaderi sempre presente in studio, assieme a Giancarlo e al povero Joe Vescovi.

Ad aggiungersi al cordoglio per la morte di Pepe Salvaderi c'è anche Enrico Ruggeri, che ha pubblicato sul suo profilo Twitter un post in cui ha manifestato tutta la sua tristezza per la perdita.

Salvaderi aveva cominciato studiando chitarra classica con Miguel Albeniz.

Con gli amici di infanzia Lallo e Pietruccio nei primi anni sessanta fonda i Dreamers, poi trasformati in Squali ed infine in Dik Dik dal nome di un antilope africana. "Quanti ricordi. Un abbraccio Pepe, ovunque tu sia adesso" il ricordo di Enrico Ruggeri.