Covid: dato record in Germania, quasi 1000 morti in 24 ore

Covid: dato record in Germania, quasi 1000 morti in 24 ore

Mercoledì 16 dicembre rappresentava il primo giorno in cui la Germania, per contenere la seconda ondata di Covid-19, avrebbe applicato su tutto il territorio nazionale un lockdown generale da mantenere almeno fino al 10 gennaio.

Il covid dilaga dunque in Germania dove il lockdown light, cui i cittadini sono stati fin qui sottoposti, sembra non aver sortito gli effetti sperati, tanto da indurre il governo a fare dei passi indietro. "La situazione è più grave di sia stata finora - ha detto Lothar Wieler, capo del Robert Koch Institute - il numero di casi è più alto che mai e continua a salire. C'è il pericolo che la situazione peggiori e che diventi sempre più difficile gestire la pandemia e le sue conseguenze". L'inizio del periodo delle nuove e più stringenti restrizioni è però coinciso, come evidenzia l'ultimo bollettino pubblicato dall'Istituto Robert Koch, ovvero l'organizzazione tedesca che si occupa del controllo delle malattie infettive sul proprio territorio, con la registrazione del record di decessi giornalieri. Nel Land di Berlino, ad esempio, dal 1 ottobre a metà dicembre, le vittime nei centri per anziani sono state 422, e cioè il 63% del totale. L'articolo, titolato "la catastrofe del coronavirus nell'assistenza agli anziani", riporta alcuni dati "drammatici" sulle percentuali delle vittime. Ad Amburgo, sono state 136, il che vuol dire il 65% delle vittime complessive della città anseatica.