Scuola, Di Maio: "Si riparte"

Scuola, Di Maio:

Luigi Di Maio ha "piena fiducia" nel governo e si dice convinto ancora una volta che, a dispetto dell'emergenza coronavirus, la scuola ripartirà come previsto il 14 settembre.

Il leader dei 5 Stelle, nelle scorse ore, si è presentato a un meeting con i Ministri degli Eteri Wang Yi e Francois-Philippe Champagne inequivocabilmente baciato dal sole, probabilmente reduce di una vacanza in barca con la sua compagna attuale, Valentina Saba, a conferma del fatto che alle ferie estive, "nonostante il Covid", non ha rinunciato nessuno, men che meno il Ministro, che alle battute circolate sui social ha sorprendentemente risposto. Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

IL VOTO - Tra i diritti fondamentali, aggiunge, "c'è il diritto al voto perché si voterà, in sicurezza ma si voterà". "Soprattutto in momenti di crisi, come quella economica, dovuta alla pandemia, dobbiamo dare dei segnali di sobrietà e normalità". "Solo votando SÌ il 20 e il 21 settembre riusciremo a cambiare l'Italia, ad avere una nuova legge elettorale e a normalizzare il nostro Paese". Ben venga se finalmente dopo otto anni, per dire no al referendum, si sono convinti a dire sì al taglio degli stipendi dei parlamentari: "facciamoli tutti e due!" "E vedrete che così ridurremo anche una serie di norme incomprensibili perché burocratizzate, perché sappiamo bene che molto spesso sono figlie di tanti meccanismi legati a quanti devono raggiungere il loro emendamento o la loro normetta.".