Dieci anni dall'omicidio Vassallo, Conte: grave non ci siano risposte

Dieci anni dall'omicidio Vassallo, Conte: grave non ci siano risposte

Quest'anno, nel decimo anniversario della morte del primo cittadino, la Fondazione "Angelo Vassallo, Sindaco Pescatore", presieduta dal fratello del sindaco, Dario Vassallo, ha organizzato per sabato 5 settembre 2020 a partire dalle ore 19, sul porto di Acciaroli, nella frazione di Pollica, la "Festa della Speranza".

Ne Il Sindaco Pescatore, al fianco di Sergio Castellitto, troveremo anche Anna Ferruzzo nei panni di Angelina Vassallo; Fabrizio Contri in quelli di Dario Vassallo; Maurizio Marchetti in quelli di Don Marra mentre Lavinia Guglielman, Antonio Pennarella, Carlo Mileo e Massimo de Matteo presteranno il volto, rispettivamente, a Giusy, Claudio, Peppe e Massimo Vassallo.

"Avverto il dovere di esprimere i miei profondi sentimenti di partecipazione per la grave mancanza di risposta dinanzi ad un fatto di sangue di tanta gravità". "Fin da subito, - spiega Dario Vassallo - avevamo deciso di invitare solo il presidente del Consiglio Conte alla Festa della Speranza, anche in considerazione del fatto che la manifestazione si sarebbe svolta in piena campagna elettorale. Ha svolto il suo compito con orgoglio, coraggio e straordinaria integrità morale, costituendo un esempio non solo per i cittadini del suo territorio cilentano, ma per l'intero Paese". "Il pericolo che i politicanti di professione avessero potuto strumentalizzare la manifestazione era troppo grande". "Vogliamo la verità sulla morte di mio fratello. - conclude Vassallo - A dieci anni dal suo assassinio, è ormai chiaro che pezzi importanti delle istituzioni hanno contribuito ad insabbiare e deviare le indagini". Un libro che, come scrive la Paper First nel lancio della notizia di uscita del libro che dal 3 settembre sarà in tutte le librerie italiane, vuole essere un diario e allo stesso tempo, un atto di accusa, un documento storico e un muro della vergogna.