Coronavirus, Italia e Francia raggiungono accordo alla frontiera

Coronavirus, Italia e Francia raggiungono accordo alla frontiera

Anche con tamponi sui voli, sia in partenza che in arrivo.

Il progetto Ue potrebbe essere costruito sulla base dello schema già concretizzato per Malta, Grecia, Croazia e Spagna che prevede l'obbligo di sottoporsi al tampone. Lo stesso dovrebbe avvenire anche per la Spagna, un altro Paese in cui la curva dell'epidemia continua a salire. Sulla definizione dell'intesa sono al lavoro il governo italiano e quello francese.

In questo possibile scenario però la scelta non sarà unidirezionale, ma sarebbe un rapporto reciproco: dunque coloro che andranno in territorio francese dall'Italia dovranno fare il test.

Nella destabilizzazione generale causata dal Coronavirus in tutta Europa, uno scenario particolarmente complesso è rappresentato dalla Francia: la situazione nel Paese è infatti particolarmente pesante, come aveva fatto trasparire il Presidente Emmanuel Macron durante l'incontro con i giornalisti dell'Association presse présidentiell, non escludendo inoltre la possibilità di un nuovo lockdown, sottolineando però che si sta "facendo di tutto per evitarlo". Si sta valutando il tema della reciprocità non solo con la Francia, ma anche con la Spagna. Tale approccio sanitario è una tutela per tutti ha affermato il sottosegretario alla salute Sandra Zampa. Qualcuno ha già richiuso le frontiere: Ungheria e Ucraina hanno annunciato - prime e al momento uniche - il divieto di ingresso agli stranieri da inizio settembre.