Branchini: "La Juventus non prende né Suarez né Dzeko, obiettivo Morata"

Branchini:

A suo avviso, il nuovo attaccante bianconero sarà il calciatore spagnolo: "Il centravanti della Juve?". Per il bosniaco la complicazione maggiore è legata alla Roma, che non lo lascerà partire fino a quando non avrà trovato un sostituto. Diversi sono i nomi inseriti sulla lista dei desideri di Paratici per prendere il posto del Pipita ed affiancare Cristiano Ronaldo e Dybala nel tridente di Andrea Pirlo.

Ai micforoni di Radio Deejay, l'esperto procuratore Giovanni Branchini lancia una bomba di mercato su prossimo attaccante della Juve, tirando fuori una vecchia conoscenza.

E sul mercato post Covid ha dichiarato: "Le società non stanno pagando il Covid, non raccontiamoci bugie: arrivano da una gestione non oculata, perché hanno tutte un surplus di atleti che si traduce in costi inutili, si pagano giocatori che non giocano".

"Il centravanti della Juventus, nei desideri di Pirlo non è Kean, non è Suarez, non è Dzeko, non è Cavani". Per Kean però è un discorso a parte, anche di numeri. "Credo che la Juventus punterà sul ritorno di Alvaro Morata, ora all'Atletico Madrid".

Per riuscire ad arrivare a Morata, la Juventus dovrebbe mettere in preventivo una spesa di circa 50 milioni di euro per il cartellino, salvo l'ingresso di eventuali contropartite tecniche. Un ingaggio importante che i bianconeri potrebbero coprire grazie al 'Decreto Crescita', trovando un accordo sulle stesse basi di quello per Suarez, cioè intorno ai 10 milioni a stagione.