Bitonto, sarà Serie D. Ora si attende l'appello

Bitonto, sarà Serie D. Ora si attende l'appello

Prime indiscrezioni giungono in merito alla presunta combine Picerno-Bitonto, gara giocata il 5 maggio 2019 e valida per l'ultima giornata del Girone H della Serie D, terminata con la vittoria dei lucani per 2-0. Tra i calciatori (ed ex) del Bitonto spiccano le richieste di 2 anni e 10mila euro di ammenda ad Anaclerio, 1 anno e 8 mesi più 15mila euro di multa per Montrone, Patierno e Picci ma soprattutto i 4 anni a Fiorentino e Turitto.

Prosciolti Rossiello, D'Aucelli e la società Potenza Calcio, che secondo l'accusa avrebbe avuto un ruolo da mediatore nella trattativa per la combine. Sfuma - almeno al momento - il sogno Serie C per la società neroverde, penalizzata di 5 punti nella classifica della stagione 2019-2020: una decisione che comporta il sorpasso in graduatoria da parte del Foggia, che era a una sola lunghezza dal team neroverde al momento della sospensione degli incontri per l'emergenza epidemiologica.

Picerno retrocesso all'ultimo posto del campionato di serie C 2019/2020 con conseguente retrocessione in serie D. Cinque punti invece di penalizzazione da scontare sempre nella stagione 2019/2020 per il Bitonto che si vede così sfumare la promozione diretta dalla serie D alla serie C e facendo così balzare il Foggia al primo posto in classifica.

Tra una settimana si decide il destino sia del Picerno che del Bitonto perché lunedì 7 settembre si esprimerà la Corte d'Appello Federale.