Ausilio: "Kolarov? Siamo interessati, ma a certe condizioni. L'Inter ha risorse limitate"

Ausilio:

Chi non ha mai abbandonato l'idea di averlo alle sue dipendenze è Antonio Conte, che nella riunione di pochi giorni fa avrebbe chiesto alla sua società di riprovarci dopo i tentativi falliti lo scorso agosto e a gennaio. Ci piace, ci piaceva, non diventa un cattivo giocatore perché l'ha preso il Milan. Vidal? Non è un nostro calciatore. Di lui posso dire che un altro giocatore che piace a tutti quelli che amano il calcio ma vedremo, ha un contratto con il Barcellona e vedremo. "Staremo attenti anche a questa situazione". Non si può dire di avere in mano un giocatore quando non è iniziata una trattativa con il club di appartenenza. C'è stato un approccio con il calciatore, non abbiamo iniziato una trattativa.

Non posso confermare sia un calciatore dell'Inter perché non è ancora tutto fatto, ma ci sono le condizioni perché possa fare. "Tutto ciò che ci ha riferito sposa con il nostro progetto". Ho un legame molto forte con l'Inter, la società e tutta l'Inter. Ho letto tante considerazioni sbagliate sul mio rapporto con l'allenatore o altri dirigenti. E siamo stati chiari. Io ho un rapporto quotidiano con Conte, di confronto e cordiale, come il rapporto con tutti gli allenatori. Visto che ho avuto l'occasione di parlare, se c'è la possibilità di specificarlo lo faccio. In questi ultimi giorni si era parlato di un possibile interessamento della squadra di Milano per il fuoriclasse argentino. Parlare di giocatori che arrivano ogni settimana, giocatori impegnativi, giovani e meno giovani.