Tour de France 2020: tra conferme e possibili sorprese

Tour de France 2020: tra conferme e possibili sorprese

Ieri l'approvazione del protocollo dell'Unione Ciclistica Internazionale (UCI) su come comportarsi di fronte a casi di contagio da Covid-19: con due positivi, una squadra, che schiera otto corridori, finirà esclusa dal Tour. Lo ha dichiarato David Brailsford, manager della Ineos-Grenadiers, alla vigilia dell'inizio del Tour del France 2020 spostato di un paio di mesi per via della pandemia. Gli appassionati dovranno accontentarsi di guardare da lontano Egan Bernal, il 22enne colombiano, vincitore lo scorso anno. Per concludersi il 20 settembre a Parigi con la tappa finale sugli Champs Elysées, come da tradizione.

Nei giorni scorsi, nel corso di un incontro in videoconferenza tra Aso, la società che organizza il Tour, e i rappresentanti delle squadre. All'inviato Ettore Giovannelli, invece, saranno affidate le interviste ai protagonisti che si sfideranno per ottenere la tanto desiderata Maglia Gialla.

Il ciclismo entra a far parte dell'offerta sportiva di RaiPlay. In più, sempre su RaiPlay saranno disponibili tutte le tappe della Grande Boucle in modalità on demand, mentre all'interno della rubrica Playlist24, in homepage, saranno pubblicati gli ultimi emozionanti minuti della tappa immediatamente dopo l'arrivo.

Nei pomeriggi in cui, infine, sempre per effetto del calendario, al Tour de France si sovrapporrà la Tirreno-Adriatico, i telespettatori avranno la possibilità di seguire in diretta anche la Corsa dei due Mari, su Raisport+HD, con la telecronaca di Andrea De Luca e Stefano Garzelli.