Sdegno per la morte di Ebru Timtik

Sdegno per la morte di Ebru Timtik

Il suo arresto risaliva a un anno e mezzo prima, con l'accusa di avere legami con il Fronte Rivoluzionario della liberazione popolare che il governo di Ankara considera gruppo terroristico.

La polizia turca ha tentato di impedire ai sostenitori dell'avvocata di partecipare a un memoriale davanti all'Associazione avvocati di Istanbul. Ma poco dopo sempre l'Hkk ha annunciato il decesso della donna, mentre Ünsal si trova al momento presso il Kanunu Sultan Süleyman Training and Research Hospital di Istanbul. "Ebru Timtik è immortale" e Aytac Unsal, attualmente in condizioni critiche per uno sciopero della fame in carcere, "il nostro onore", scandivano i dimostranti.A febbraio aveva avviato il digiuno per protestare contro i processi non giusti, assieme al collega Aytac Unsal, che sarebbe in condizioni critiche. "Il suo unico desiderio era di avere un processo equo e onesto", ha aggiunto. I gruppi per i diritti umani e d'opposizione da lungo tempo contestano la mancanza di imparzialità e indipendenza dei tribunali sotto il presidente Recep Tayyip Erdogan. La morte di Timtik arriva mesi dopo che due membri del gruppo musicale Grup Yorum, Helin Bolek e Mustafa Kocak, erano morti per lo sciopero della fame. La commissaria per i diritti umani del Consiglio d'Europa, Dunja Mijatovic, ha affermato che "la morte dell'avvocatessa Ebru Timtik è la tragica illustrazione delle sofferenze umane che sta causando il sistema giudiziario turco che si sta trasformando in uno strumento per zittire avvocati, difensori dei diritti umani e giornalisti, attraverso una negazione sistematica dei principi più basici dello stato di diritto".

"Quando muore un avvocato, muoiono i diritti dei cittadini".

morta da martire", hanno denunciato stamani su Twitter dal Peoplès Law Bureau (Halkin Hukuk Burosu), ricordando come la donna avesse iniziato la sua protesta per reclamare "un giusto processo". Le autorità turche accusano l'associazione di essere legata all'organizzazione marxista-leninista radicale Dhkp. La 42enne aveva difeso in particolare la famiglia di Berkin Elvan, un adolescente morto nel 2014 per le ferite riportate durante le proteste antigovernative a Gezi Park nel 2013. Analoga richiesta era stata presentata in agosto alla Corte costituzionale, senza successo. I due avvocati sono stati invece trasferiti in due diversi ospedali.