MotoGP 2020 in Austria: il video del mezzo miracolo del RedBull Ring

"Io spero che questo grandissimo incidente faccia riflettere Zarco - ha aggiunto a Sky Morbidelli -". Il quarto appuntamento del Motomondiale poteva finire in tragedia per via di un incidente piuttosto grave che ha coinvolto la Ducati di Zarco e la Yamaha di Morbidelli.

Dopo essere entrate in collisione alla staccata della curva 3, le due moto sono diventate dei veri proiettili impazziti e sono rimbalzate in pista, praticamente una pochi centimetri davanti al "Dottore" e l'altra subito dietro.

Poi a distanza di qualche minuto confessa di aver avuto un colloquio privato con Valentino Rossi per spiegare l'accaduto: "Ho avuto modo di incrociare Franco Morbidelli al Centro Medico, ci siamo chiariti e poi abbracciati". Proprio il campione italiano ha detto: "L'incidente Zarco-Morbidelli?"

Poi Valentino è tornato a raccontare quanto ha provato, ha vissuto sulla sua pelle: "E' stato spaventoso, terrificante, pericoloso". La moto del francese e dell'italo-brasiliano sono passate infatti a velocità "supersonica" tra i due e le facce ai box la dicono lunga sul pericolo corso dai due.

Dopo la paura per la spaventosa carambola in Moto2 (clicca qui per saperne di più) anche nel Gran Premio d'Austria classe MotoGP si sono vissuti attimi di vero panico. Quello che mi ha ferito è che quando Rossi e Morbidelli hanno fatto le interviste alla tv italiana erano davvero arrabbiati con me. So che Zarco era in Direzione Gara, ma non sappiamo cosa succederà. Gli ho parlato e lui ha giurato di non averlo fatto apposta. "Questa è già una cosa importante", così Valentino Rossi che ha detto di aver avuto maggior paura a riguardare le immagini in Tv. Questa è una pista molto veloce, siamo sempre a più di 250 all'ora. "Adesso bisognerà vedere come andrà nei prossimi giorni".