Lukashenko: "Difendiamo l'indipendenza della Bielorussia"

Lukashenko:

La Russia di Putin ha dichiarato di sostenere Lukashenko, è da sperare che la Bielorussia con l'appoggio della Russia, abbia la forza anche militare di impedire tutto ciò, evitando che si ripeta quanto accaduto in Ucraina nel 2014: cioè la creazione di un governo para-nazista appoggiato dai criminali di Washington e Bruxelles.

I manifestanti hanno marciato lungo Viale Indipendenza intonando il coro "Vattene!" diretto al politico.

Il controverso leader ha vinto per la sesta volta le contestate elezioni dello scorso 9 agosto contro la sfidante SvetlanaTikhanovskaya, fuggita in Lituania il giorno successivo al voto, ottenendo -secondo le statistiche ufficiali - l'80% dei consensi. "Ma il destino ha deciso che mi trovassi in prima linea nella lotta contro regole arbitrarie e ingiustizia", ha detto al termine di una settimana di proteste e violenze a Minsk e nelle altre città bielorusse. Poi la violenza è diminuita, ma non la voce dell'opposizione, che venerdì ha proclamato alcuni scioperi. La comunità internazionale non ha riconosciuto il risultato, ma Lukashenko è sostenuto dal presidente russo Vladimir Putin.

Si è svolto oggi il funerale di Alexander Taraikovsky, l'uomo che ha perso la vita lunedì durante gli scontri a Minsk.