Gp Aragon: Il verde Kawasaki di Rea vince gara due

Gp Aragon: Il verde Kawasaki di Rea vince gara due

Ho cercato di rimanere concentrato, pensando solo a non perdere contatto con il gruppo di testa per conquistare un buon risultato. Per una Ducati che rallenta ce n'è un'altra che accelera, poiché Chaz è il più veloce in pista e si riavvicina a van der Mark e Bautista, con lo spagnolo che ancora non riesce a superare l'olandese.

È ancora una volta Jonathan Rea a vincere la Superpole Race della domenica mattina.

"E' chiaro che la posizione di partenza non mi ha aiutato, ma ho comunque iniziato bene e nei primi giri sono riuscito a tenere un buon passo per recuperare posizioni". A dir poco combattivo l'atteggiamento di Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati), che dopo essersi sbarazzato degli avversari, è andato all'inseguimento del nordirlandese, fermandosi a poco più di due secondi dal pilota Kawasaki.

Un podio che si completa con Bautista, il suo primo sulla Honda, che non raggiungeva i primi tre posti dal 2016. 7° Razgatlioglu con Rinaldi davanti a Baz.

Christophe Ponsson (Nuova M2 Racing) è caduto nella zona del Cavatappi mentre non è arrivato al traguardo nemmeno Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK), caduto mentre era terzo. Il pilota francese finisce però lungo e Rea lo supera facilmente in uscita curva.

Nella SPRace Rea vince davanti a Redding e Van Der Mark, con Bautista e Davies a chiudere la top five.

All'inizio del secondo giro Van der Mark passa Lowes per la quarta posizione. "A cinque giri dalla fine non è entrata la terza all'ingresso dell'ultima curva, ho dovuto girare in quarta e sono finito un pò largo, perdendo tutto il piccolo vantaggio che avevo". Intanto Davies ha superato Haslam e si è messo alla caccia della 7° posizione occupata da Bautista.

11° Giro: Rea, Davies, Bautista, Redding e Rinaldi che ha sorpassato Van der Mark. Il pilota francese prova la risposta ma viene infilato anche da Van der Mark alla Curva 5. Il suo tentativo di attacco si rivela fallimentare e anzi favorisce il sorpasso di Bautista e Razgatlioglu che lo sverniciano nel rettilineo successivo.

Grande prestazione per Leandro Mercado (Motocorsa Racing) che conquista l'11^ posizione davanti a Sylvain Barrier (Brixx Performance).

Scott Redding mantiene la prima posizione per due soli punti.

Terza piazza per Micheal Van der Mark che porta sul podio la Yamaha.