Calcio e coronavirus: a rischio l'inizio del campionato. Troppi casi

Calcio e coronavirus: a rischio l'inizio del campionato. Troppi casi

Numeri allarmanti considerando che finora pochissime squadre si sono riunite. La stessa Roma non ricomincerà fino al 27 agosto: la positività dei due giovani è stata rilevata grazie ai controlli periodici previsti dal protocollo del club, mentre Mirante si è sottoposto agli esami mentre lavorava al centro sportivo di Trigoria con i giocatori. ferito.

L'aumento di contagiati nel calcio è l'effetto delle vacanze. In Sardegna c'era una mezza squadra: Zaniolo, fotografata durante una cena con Fedez senza maschera, ma anche Kolarov, Pellegrini, Mkhitaryan, Spinazzola, Ibanez e Juan Jesus oltre a Chris Smalling. Volevo dirvi che sto bene, non ho alcun sitomo: né febbre né tosse. Situazione che potrebbe portare anche al rinvio del ritiro precampionato.

Non si tratta di un caso isolato: anche 2 calciatori della primavera giallorossa sono risultati positivi.

Un incubo da cui il mondo del calcio pensava di uscire, o quasi, e che ora sta tornando in tutta la sua gravità. Perché via via tutti i giocatori, rientrati dalle varie vacanze, si stanno sottoponendo ai tamponi di rito come il Cagliari di Eusebio Di Francesco che l'altro ieri ha annunciato la positività di Despodov e nella giornata di oggi altri tre calciatori sono stati trovati positivi. Da tenere in considerazione c'è anche che la prossima stagione sarà compressa, a causa della partenza in ritardo e degli Europei.

Ma, a quanto pare, ieri sera alcuni dirigenti hanno cominciato a valutare una possibile partenza in data 4 ottobre; tutto ciò per gestire al meglio il nuovo allarme Covid, avendo più tempo a disposizione.