Sea Watch, Rackete querela Salvini. La risposta: "Viziata comunista tedesca!"

Sea Watch, Rackete querela Salvini. La risposta:

Ma non mi faccio nemmeno prendere dal pregiudizio che tutto ciò che dice è falso, e non posso non considerare che la situazione dei migranti dai quali siamo stati invasi negli anni passati e che ora sembra ridimensionata, magari non per meriti di Salvini, ma dei precedenti Ministri degli Interni, sia migliorata e comunque maggiormente controllata.

Io non amo, lo ripeto, il pessimo Salvini, ma non mi nascondo dietro il pregiudizio che i profughi "raccolti" dalle navi di Ong di fronte alle coste africane siano effettivamente i profughi che ci vogliono far credere.

"Abbiamo già preparato la querela nei confronti del ministro Salvini - ha sottolineato l'avvocato -".

Una decisione che ha suscitato scalpore e che la Forni ha spiegato all'Adnkronos così: "Sono un contribuente e sono stanca dell'anarchia che regna in questo Paese dove nulla è più certo".

"Nel circuito di questi leoni da tastiera abituati all'insulto - ha aggiunto - è lui che muove le acque dell'odio". La giudice per le indagini preliminari del capoluogo siciliano è infatti finita nel tritacarne dei social, con molti utenti che l'hanno ferocemente criticata. Una querela per diffamazione è il modo per dare un segnale.

Infatti la decisione del Gip di Agrigento Alessandra Vella, che ha rimesso in libertà la capitana Carola Rackete, è vergognosa in quanto viola il comune senso della giustizia. "Quando le persone vengono toccate nel portafoglio capiscono che non possono insultare gratuitamente". La donna ha presentato, come riporta il sito Imolaoggi.it e ripresa da latri siti e quotidiani una dettagliata denuncia partendo dal presupposto che la decisione del Gip appare basata su presupposti giuridicamente errati. "La battaglia è stata vinta, ma la guerra continua", ha concluso il legale. In un post su Facebook, poi, il ministro dell'Interno critica chi difende la comandante della Sea Watch: "Ma come si fa a paragonare Carola a Gandhi, Nelson Mandela e Martin Luther King?".