Filippo Magnini eroe: salvata la vita a un turista, la vicenda

Filippo Magnini eroe: salvata la vita a un turista, la vicenda

Chi parla è Filippo Magnini, eroe per caso durante le vacanze in Sardegna. Cala Sinzias, per chi non avesse dimestichezza con la geografia della Sardegna, si trova tra le rinomate località di Villasimius e Costa Rei, in provincia di Cagliari. "Ho fatto solo quello che dovevo" ha commentato l'ex campione del mondo italiano dei 100 stile libero.

La notizia è stata diffusa dall'ANSA che è stata contatta dal direttore della Provincia di Cremona, Marco Bencivenga testimone oculare della vicenda, avvenuta intorno alle 15.15 quando il turista, con degli amici, ha avuto una crisi nel tentativo di raggiungere a nuoto un cigno gonfiabile portato al largo dallo spirare del vento. Lo sforzo si è rivelato eccessivo e gli amici hanno subito capito che serviva aiuto: urlando e sbracciandosi, hanno richiamato l'attenzione dei bagnini del Lido Tamatete, che sono scesi dalla torretta di osservazione per salire sul gommone di salvataggio e raggiungere il bagnante in difficoltà.

Ma in "vasca" è sfrecciato all'improvviso Magnini, che stava facendo il bagno proprio da quelle parti con la fidanzata Giorgia Palmas.

Mentre era in mare, Magnini si è lanciato all'inseguimento del bagnante in difficoltà, lo ha raggiunto e soccorso in attesa dell'arrivo dei bagnini. Quando l'ho raggiunto non riusciva neppure a parlare: "non era facile caricarlo sul gommone, così l'abbiamo disteso sul materassino di altri bagnanti". "Ho fatto solo quel che dovevo" ha risposto Magnini, attualmente squalificato per questioni di doping. L'improvvisata "barella galleggiante" è stata trascinata fino al bagnasciuga dallo stesso Magnini, assistito dai bagnini e dagli amici del turista che stava rischiando di affogare. Campione di generosità, prima ancora che di nuoto.