Dramma in Thailandia, morti due salentini travolti da un’autocisterna

Dramma in Thailandia, morti due salentini travolti da un’autocisterna

Erano arrivati in Thailandia da qualche giorno, ma il loro viaggio è terminato ieri nel peggiore dei modi: sono morti sul colpo dopo essere stati travolti da un'autocisterna, mentre in sella a una moto stavano percorrendo la strada "Pak Nam Road". Erano partiti in compagnia di alcuni amici.

Il gruppo di amici era partito alla volta della Thailandia lo scorso 21 febbraio per una vacanza che sarebbe dovuta terminare alcuni giorni fa. Per i due giovani, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Ilaria Risso, e Giuliano De Santis, 37 anni lei e 41 lui, erano riusciti a coronare il sogno. In quel momento, il mezzo pesante ha affiancato Ilaria e Giuliano e ha perso aderenza con l'asfalto finendo addosso ai due giovani, che così sono stati schiacciati.

Il fidanzato di Ilaria, Giuliano De Santis, era un imprenditore nel settore del turismo, titolare di diversi bed & breakfast a Lecce dove era nato e di una masseria molto frequentata a Parabita, un caratteristico paesino salentino vicino Gallipoli. Una tragedia in Thailandia per una coppia di salentini, morti nel pomeriggio. Sui social una pioggia di commenti degli amici sotto choc per la tragedia.

A causa del ribaltamento dell'autocisterna, sulla strada si sono riversati migliaia di litri di carburante, che hanno reso le operazioni di soccorso piuttosto difficoltose e pericolose: qualsiasi innesco, anche un mozzicone di sigaretta gettato per terra, avrebbe potuto causare un'esplosione ed aggravare il già tragico bilancio.