Psv Eindhoven, Van Bommel: "Con l'Inter una sfida già decisiva"

Psv Eindhoven, Van Bommel:

Perché i calciatori ci vedono qualcosa che assomiglia al timore e al non fidarsi delle loro qualità. Quando giochi qui ti devi sempre interrogare se meriti di indossare questa maglia. Alle spalle del tandem argentino agirebbe naturalmente Radja Nainggolan, ma anche Borja Valero rappresenterebbe una soluzione ideale; le alternative ci sono, la partita contro il Psv Eindhoven potrebbe presentarci questa variazione tattica magari nel secondo tempo, con un risultato eventualmente da recuperare o anche solo per sperimentare qualora il punteggio dovesse essere già in ghiaccio.

In realtà, in questa statistica poco positiva influisce anche il rendimento della squadra avuto da allora: dopo la sfida contro i francesi, infatti, la squadra che ora è allenata da Spalletti ha disputato solo due gare in Champiosn: (pari col Trabzonspor e sconfitta a Marsiglia). Noi abbiamo giocato molto bene nella stagione, ma la finale di Champions è stata la peggiore di tutta l'annata purtroppo.

Nessuna firma per il pareggio: "Al di là che io i calcoli non li ho mai fatti per principio, questi ti mettono in imbarazzo quando devi trasferire qualcosa alla squadra". Il modo corretto per affrontare la partita è quello di avere l'obiettivo di vincerla, tenendo sempre presenti le qualità dell'avversario.

Il 4-0 subìto dagli olandesi contro il Barcellona può essere stato bugiardo: "Il campionato olandese è allenante perché giocano bene al calcio e, se devo fare un'analisi, secondo me si sono pentiti di aver dato campo al Barcellona nella scorsa gara". Col Psv torna Vrsaljko nella lista dei convocati.

LA DIFESA - Dal tecnico ai due totem della difesa, Stefan De Vrij e Samir Handanovic.

Cosa teme di più dell'Inter? Il Psv comunque è un ostacolo duro.

Seconda serata di Champions League e nel Gruppo B ci sarà la sfida PSV Eindhoven-Inter.

Sull'idea tattica: "Stiamo facendo miglioramenti rimanendo così, c'era bisogno di fare dei passi in avanti nella conoscenza su quella che era un'idea sola: quindi si va avanti sulla strada del 4-2-3-1". Il Psv è forte, pressa bene, non c'è soltanto Lozano.