Carfagna e Boschi: Mara rigorosa e istituzionale, Maria Elena fa la "modella"

Carfagna e Boschi: Mara rigorosa e istituzionale, Maria Elena fa la

Maria Elena Boschi in copertina su Maxim come una star.

"Si guarda alle persone, reali non alle etichette o alle immagini stereotipate, preferiamo esplorare senza sovrastrutture le persone, gli spazi nei quali vivono e, se ce lo consentono, il loro modo d'essere più interiore come oggi accade con Maria Elena Boschi", spiega Trionfera che, in accordo con l'editore, ha avviato un profondo rinnovamento della rivista.

Il video si apre con una chioma bionda che nasconde parzialmente un volto. E lo annuncia lei stessa in un video di saluto ai lettori diventato ormai virale sui social, dove, mentre indossa una tanto semplice quanto intrigante vestaglia bianca, si augura "che non resterete delusi da questo gioco che abbiamo creato insieme per questo nuovo numero". In sovrimpressione si legge la scritta: "semplicemente essenziale". Si vocifera di foto in camera da letto, ma non c'è da aspettarsi alcuno scandalo. Poi i capelli si muovono e si scopre Maria Elena Boschi. E per altri s'intendono ovviamente Lega e 5 Stelle che - durante la campagna elettorale prima del voto del 4 marzo - hanno condotto una campagna d'odio anche con attacchi personali ai dirigenti del PD. Il servizio fotografico è realizzato nella sua abitazione in Toscana ad opera del maestro Oliviero Toscani. Si potrebbe intitolare così una cronaca che racconti l'ascesa personale e politica della 43enne ex show-girl ora divenuta seria e inflessibile vicepresidente della Camera dei Deputati, dopo un mandato di Ministro delle Pari Opportunità, lodato dai più. Lei probabilmente aspira a non essere considerata solo una donna intelligente, ma anche bella. Come una qualunque reduce da un reality show insomma, e incuriosisce il parallelo con Matteo Renzi, che - ai minimi della popolarità nei sondaggi - si butta a capofitto in una nuova avventura di divulgatore televisivo.