Allegri avvisa la Juve: "Non vanifichiamo la vittoria a Valencia"

Allegri avvisa la Juve:

Inevitabile poi una considerazione sul divorzio da Marotta: "E' ancora una notizia fresca". Però quando si rompe un rapporto, oltre che umano e professionale, c'è grande dispiacere.

La Juventus va a caccia della nona vittoria consecutiva contro lo Young Boys nella prima recita interna di Champions League. Loro vincono da non so quante partite, l'allenatore ha dato organizzazione, hanno molta fisicità: dobbiamo essere veloci e tecnici.

È la generazione dei 45enni che ha il compito di portare la Juventus nel futuro, che è fatto "di sfide ambiziose, pari se non superiori a quelle del 2010".

"A Valencia si è visto in dieci che cosa abbiamo saputo fare..." Per Juventus-Napoli, big match di Serie A e uno dei 3 anticipi della settima giornata di campionato, c'erano circa 40 mila spettatori allo stadio, tra questi anche 700 sostenitori dei partenopei 'controllati' da 400 uomini che il questore di Torino, Francesco Messina, aveva dispiegato per garantire sicurezza e ordine pubblico in occasione di un evento così importante. L'idea è di pensare a domani e fare una grande prestazione per ottenere i tre punti e più avanti vedremo il resto. Semmai, il tecnico livornese può preoccuparsi per qualche calo di tensione di troppo, come in avvio di secondo tempo, quando il Napoli è tornato sotto spingendo forte, ma l'ingenua espulsione di Mario Rui per doppia ammonizione ha spento la partita, suggellata dal 3-1 di Bonucci. Chiellini non gioca, Cancelo dovrebbe recuperare. Ma con un Barzagli in più in difesa: "Perché è sempre un ottimo vecchietto". "Ho un dubbio su Emre Can". "Lo porto in vista di Udine".

Khedira è convocato. Come sta?