Wall Street apre negativa, Dj -1,17%

Wall Street apre negativa, Dj -1,17%

Una seduta nera con il Dow Jones e lo S&P 500 ai minimi degli ultimi due mesi: per il Dow Jones si tratta della peggiore due giorni dal novembre 2008, nel pieno della crisi. Non se la passano bene neanche ad Hong Kong, con l'Hang Seng a meno 4,53% e Shanghai (Composite idex -3,35%). A darne notizia Rai News. Un tonfo che è arrivato dopo i nuovi record del Dow Jones che ha sfondato i 26.000 punti.

Alle problematiche di politica monetaria si aggiungano poi quelle relative ai conti delle aziende di Wall Street. Su queste basi, il mercato sta archiviando il concetto di "Goldilocks scenario" ovvero crescita robusta, e inflazione bassa, e quindi condizioni monetarie ultra accomodanti, che ha caratterizzato il 2017.

E proprio ieri Jerome Powell ha giurato ed è diventato ufficialmente presidente della Federal Reserve Usa al posto di Janet Yellen.

Mercati finanziari del Vecchio continente sempre ampiamente deboli dopo l'avvio in evidente calo di Wall Street: Milano (indice Ftse Mib -1,3%), Amsterdam, Madrid e Parigi restano i più pesanti con cali anche di un punto percentuale e mezzo, Londra cede l'1,1% mentre Francoforte cerca di limitare le perdite sotto il punto percentuale. Il primo messaggio del neo presidente, affidato a un video, è però all'insegna della fiducia, senza alcun riferimento ai mercati: "la disoccupazione è bassa, l'economia cresce e l'inflazione è bassa". Ma se l'inflazione dovesse riprendere, osserva ancora la l'emittente statunitense, la Fed potrebbe aumentare i tassi più spesso e più rapidamente di quanto previsto. Dell vorrebbe tornare sul mercato azionario, dicono le indiscrezioni, così da garantire un sostanzioso dividendo agli investitori che avevano finanziato il suo "de-listing" da Wall Street e per avere risorse fresche utili a saldare almeno parte dei 50 miliardi di dollari di debiti.