Volantino omofobo Milano: I gay infettano il mondo

Volantino omofobo Milano: I gay infettano il mondo

Una sfilza di dati pseudoscientifici su un "mare di malattie". E un posto, una scuola, scelto niente affatto a caso.

All'ingresso del Liceo Leonardo da Vinci di Milano è stato appeso da ignoti un volantino che sta facendo molto discutere. "Gay: c'è poco da essere pride". Nel testo si parla di "come infettare il mondo con un mare di malattie legate ai comportamenti omosessuali" e di un "orribil e episodio" che fanno tornare d'attualità le "spinte fasciste e reazionarie che preoccupano tutte e tutti".

E quindi, sempre sullo stesso manifesto: "I malati di Aids sono quaranta volte di più tra i gay che tra gli etero", "Dall'ultimo gay pride di Amsterdam i casi di epatite A sono quintuplicati Italia" e tante altre percentuali sui malati di Papilloma virus, sifilide, herpes, gonorrea e verruche anali. "Nel manifesto che sostiene un'inesistente correlazione tra orientamento sessuale e l'incidenza di infezioni sessualmente trasmissibili, vengono riproposti i classici stereotipi e le mezze verità strumentali che negli anni hanno fatto da base per giustificare la discriminazione nei confronti delle persone Lgbt", prosegue la nota.