Torino, in panchina va una coppia

Torino, in panchina va una coppia

Subito minaccioso intanto il centro della Sidigas Fesenko che si fa spazio a centro area. Si sblocca anche N'Diaye, Torino si affida a Mbakwe.

Non conosco, ovviamente, i dettagli e le motivazioni che han spinto Recalcati, persona al di sopra di ogni sospetto in termini di serietà e professionalità, a rimettere il mandato nelle mani della dirigenza savoiarda dopo appena un mese o quasi ma una cosa la so e cerco di condividerla con Voi: come è possibile che una società come Torino, società che da tempo sta lavorando bene specialmente fuori dal campo per coinvolgere tutto il territorio nella vita del club, possa commettere questi errori cosi grotteschi e marchiani sempre nel logico tentativo di ambire a posizioni di vertice nel palcoscenico nazionale e continentale che la città stessa, per vocazione, merita? Soltanto due liberi di Scrubb. Ancora l'Auxilium a segno con Washington e Mbakwe, ma prima Scrubb, poi Wells chiudono i primi dieci minuti (9-19). Scrubb a bersaglio, Avellino trova sei punti su tre tentativi (9-25 al 13'). Una notte di passione e sofferenza, una decisione difficile da prendere ma l'unica possibile, vista la totale assenza di reazioni da parte del gruppo gialloblù.Dal suo arrivo sulla panchina torinese in seguito alle dimissioni di Luca Banchi, l'Auxilium ha ottenuto una sola vittoria, nel suo esordio con il Lietuvos Rytas, e cinquesconfitte consecutive. Garrett e Poeta allungano il parziale di Torino e Sacripanti chiama time out sul 20-29.

Rich, Fesenko, Leunen, Filloy e D'Ercole. Fitipaldo sulla sirena allunga ancora e Avellino va a riposo sul 22-40.

Questa volta il time-out di coach Recalcati ha dato gli effetti sperati ma poco dopo due triple e un canestro allo scadere degli ospiti aumentano il gap e a metà partita lo score recita 22 Fiat - 40 Sidigas. Negli ultimi tre minuti del quarto non si segna più. Dopo le sconfitte di Coppa, il riscatto è arrivato in settimana contro l'Aris. Proprio in casa Olimpia ha conosciuto Luca Banchi (l'allenatore dello scudetto milanese del 2014) che l'ha voluto nello staff della Fiat nell'estate 2017. La società si è attivata sul mercato mettendo sotto contratto Vander Blue.