Radja Nainggolan giura fedeltà alla Roma: "Potrei rimanere a vita"

Radja Nainggolan giura fedeltà alla Roma:

Sono molto contento di come ho vissuto, anche se magari altre persone dicono che non sono un bell'esempio per i giovani.

Protagonista nella trasmissione I Signori del Calcio su Sky Sport, Radja Nainggolan ha raccontato di sé e della sua esperienza alla Roma.

Priorità allo stile di vita, spesso discusso, e non al portafoglio o alla carriera: "Nella vita privata faccio le cose giuste secondo me, e in partita mi sento sempre pronto". Il belga, poi, non ha nascosto di trovarsi a suo agio nella Capitale: "A Roma sto benissimo, non vedo motivi per cui andare via". Il giocatore nel mercato invernale è stato accostato a un paio di club cinesi pronti a mettere sul piatto ingaggi 'monstre', ma il conto in banca non sembra interessare poi troppo al belga: "Qui vivo bene, sono felice, ho tutto quello che devo avere, in questi casi neanche tutti i soldi ti possono far cambiare idea". A meno che la società un giorno decida di cacciarmi. Lui si innervosiva anche per una cosa che leggeva sbagliata o quando sentiva una cosa la faceva più grande di quella che era. "Di Francesco, invece, è uno che guarda soltanto al lavoro, che è convinto di quello che fa, di quello che vuole".

Interessante il parallelo tra il passato e il presente della panchina della Roma: "Paragone tra Di Francesco e Spalletti?".

"Lui era un giocatore importante a livello mondiale, ovunque andasse la gente urlava sempre "Totti!". Totti!': penso che abbia guadagnato il rispetto sul campo per il campione che era. Domenica sarà in campo e proverà a dare il suo contributo alla causa Champions, mentre ormai lo scudetto sembra una corsa a due: "Bisogna sempre vedere quanto dura il Napoli, quanti cambi e quante energie hanno, sono tante le componenti". All'inizio, soprattutto, è stato un po' difficile. La Juve ha tanti grandi giocatori. E non lo so se il Napoli potrà vincere, ma per come gioca in questo momento, il Napoli ha qualcosa di più degli altri. "Penso che lui sia tranquillo, che stia bene, è comunque sorridente".