Perugia, partito il primo Frecciarossa

Perugia, partito il primo Frecciarossa

Alle 5,13 di giovedì mattina dalla stazione di Fontivegge è uscito il primo Frecciarossa. Ci abbiamo creduto come Regione, e ci ha creduto Trenitalia, insieme alla quale abbiamo costruito il percorso che ci ha portato a realizzare questo collegamento.

In carrozza la presidente Catiuscia Marini con gli assessori Chianella e Bartolini, il sindaco di Perugia Romizi e l'assessore Prisco. Il treno di ritorno partirà questo pomeriggio alle 18.45 e arriverà a Perugia alle 22.18. E' quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini che, insieme - tra gli altri - agli assessori regionali ai trasporti e all'istruzione, ha effettuato il primo viaggio del Frecciarossa, in partenza da Perugia.

"Aver realizzato questo collegamento - ha detto la governatrice - significa aver fatto fare a Perugia ed all'Umbria un grande salto di qualità nei collegamenti ferroviari, anche per superare lo storico isolamento della regione dalle grandi direttrici della comunicazione". Il treno sarà operativo fino a dicembre 2018. E' partito da Perugia il primo Frecciarossa. Per centrare l'obiettivo palazzo Donini ha messo sul piatto un milione e 300mila euro, più Iva, a cui si aggiungono 350mila della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia. E contemporaneamente è iniziata anche la promozione del servizio da parte di Trenitalia che utilizzerà vari canali: dai megamanifesti affissi a Perugia e Terni ai social. Tempo totale di percorrenza leggermente più lungo: 3 ore e 33 minuti.

Il Frecciarossa 9500 non circolerà nei giorni festivi e il sabato cambierà la sua denominazione in Frecciarossa 9582 concludendo la corsa a Milano, mentre il Frecciarossa 9555 non si effettuerà nei prefestivi. Il clima è polare, ma si respira aria di festa.

Il treno dell'andata è dotato di quattro livelli di servizio: Executive, Business, Premium e Standard. Di certo il Frecciarossa favorirà il turismo, sia in entrata che in uscita. Basti pensare alla opportunità che viene offerta a tanti visitatori di venire a visitare in un solo weekend le meraviglie dell'Umbria, così come la possibilità da parte di tanti residenti di concedersi un viaggio straordinario e in luoghi che diventano improvvisamente più vicini.