Napoli, De Laurentiis conferma: "Verdi? Che delusione: mi aveva detto sì"

Napoli, De Laurentiis conferma:

Ai microfoni di Sky e Mediaset il presidente del club partenopeo, Aurelio De Laurentiis, ha rilasciato interessanti dichiarazioni su quest'ultima trattativa, raccontando di come nell'ultimo giorno di mercato si sia trovato un po' come quando si gioca a poker. Alle 22.15 lo chiamo con Chiavelli (l'ad del Napoli, ndr), creiamo una quarantina di pagine di contratto e alle 22.48 le facciamo arrivare nelle mani di Carnevali, che dice che ha le linee mail occupate.

La Juve, già dotata di un parco giocatori di eccellente valore qualitativo e quantitativo, ( per quanto i recenti infortuni, prima di Dybala e Quadrado, poi di Bernardeschi e Douglas Costa abbiano ridotto al minimo la disponibilità di "esterni"), non avendo necessità di finalizzare acquisti nell'immediato, si è limitata ad attuare qualche azione di disturbo nei confronti della diretta antagonista al titolo, inserendosi nella trattativa tra il Napoli ed il Sassuolo per la cessione di Politano.

"Mi dispiacerebbe moltissimo se qualcuno ce lo portasse via, però non posso costringerlo a restare: se c'è una clausola rescissoria ne dovremo prendere atto". "Avremmo buttato i soldi dalla finestra". La sensazione circolante è che il Napoli abbia sbagliato un po' i tempi di questo mercato, e anche per il romanista avrebbe dovuto muoversi prima, di modo da lasciare alla stessa Lupa il tempo di trovare un sostituto. "Era la vigilia della partenza di Verdi e ci ha detto che il ragazzo non voleva più venire".

Fatto sta che ricevo una telefonata alle 22 circa di Carnevali, che mi parla di Farias e soldi ma non di Ounas [che doveva invece passare al Sassuolo, almeno nei piani del Napoli, n.d.r.].

Ieri Auriemma aveva annunciato: "Domani a Milano De Laurentiis esporrà i motivi per i quali non è arrivato Politano". "Dopo aver passato la mano varie volte ci si sente in dovere di puntare qualcosa", ha dichiarato, facendo intendere che alla fine la delusione per il mancato acquisto è stata relativa e che la cifra era forse eccessiva. Verdi aveva detto sì al trasferimento.

Non è vero che il giocatore del Bologna si era tirato indietro prima di dare l'ultima parola, anzi. E poi ricordatevi che c'è sempre da pagare una clausola da otto milioni.