Londra: ministro fa ritardo di 2 minuti, chiede scusa e si dimette

Londra: ministro fa ritardo di 2 minuti, chiede scusa e si dimette

Quando ha preso la parola si è rivolto alla parlamentare Ruth Lister per chiedere perdono e offrire la propria testa. Un gesto forte quello del ministro del Dipartimento internazionale per lo sviluppo che non ha retto alla "vergogna" e di fronte alla Camera dei Lord si è scusato e fatto un passo indietro. Ho sempre creduto che come governo dovremmo elevare il livello di cortesia e rispetto nel rispondere: "mi vergogno per non essere stato al mio posto e offrirò al primo ministro le mie dimissioni con effetto immediato", ha detto, lasciando di stucco tutti i presenti. Dimissioni che tuttavia la premier Theresa May ha già provveduto a respingere: il gentleman Michael Bates resterà al suo posto. Dimissioni respinte da un unanime coro di "no" levatosi nell'Aula.

"Di tutti i ministri che vorrei si dimettessero, lui è l'ultimo". Il lord è sempre stato un esempio di correttezza in politica e nei rapporti con l'opposizione, nel 2016 arrivò a prendere un'aspettativa per poter intraprendere una marcia di beneficenza in Sudamerica.