"Leva obbligatoria" L'idea di Salvini

Salvini propone il servizio militare obbligatorio per 6 mesi. E' questa la proposta, riportata dal Corriere, fatta da Matteo Salvini a margine di un incontro organizzato dalle Associazioni nazionali Alpini, Bersaglieri e del Fante. Salvini ha ricordato il suo servizio militare come fante, nel 1995, prima in Piemonte e poi a Milano, alla caserma Montello, recentemente al centro di polemiche per il suo utilizzo a favore dei migranti.

Un periodo di leva e l'educazione all'arma sono "un antidoto alla difesa fai da te e al razzismo. E un servizio di leva obbligatorio, civile o militare ma soprattutto militare, aiuterebbe l'integrazione di ragazzi che sono venuti qui dall'altra parte del mondo e che cresceranno con l'amore per l'Italia". Seconda la linea del leader leghista, la leva militare obbligatoria potrebbe tornare a fare "bene" per il futuro dei giovani, "molto meglio che la liberalizzazione di alcune droghe".

Ritorno alla leva obbligatoria: e le coperture economiche? "Mio figlio ha 14 anni e io spero che un giorno possa dire che il suo papà ha fatto qualcosa di concreto", spiega ancora uno scatenato Salvini.

Alla reintroduzione della leva corrisponderebbe inevitabimente un appesantimento in termini di spesa pubblica. "Non credo nel solo servizio civile, perché se uno vuole oggi ha mille possibilità". Quindi meglio un obbligo per ragazzi e ragazze di 6-8 mesi che potranno scegliere se farlo civile o militare. "Molti Stati che hanno scelto il disarmo ora stanno tornando sui propri passi". Ma dico no, dico fortemente no, a ogni ipotesi di condono per abusi edilizi: "il nostro territorio è già troppo cementificato, occorre abbattere tutte le costruzioni abusive, a partire dalle zone più a rischio".