Elezioni 2018: i Comuni dove si può ancora diventare scrutatori

Elezioni 2018: i Comuni dove si può ancora diventare scrutatori

Lo scrutatore svolge attività quali l'identificazione degli elettori, l'annotazione del numero delle loro tessere elettorali e il timbro di queste e, a consultazione chiusa, partecipa allo spoglio, al conteggio dei voti e a redarre le tabelle e i documenti relativi al voto e allo scrutinio.

- aver assolto gli obblighi formativi scolastici. "Considerata l'attuale crisi economica ed occupazionale ci sembra giusto" - spiega il segretario dei Giovani Democratici Giuseppe Fava - "sono persone alle quali un'entrata economica, anche piccola, può fare comodo ed è un gesto che non ha alcun costo aggiuntivo per lo Stato italiano e per le casse comunali".

I moduli per l'autocertificazione possono essere scaricati dal sito istituzionale del Comune di Nicosia o ritirati presso l'ufficio elettorale di via Bernardo Di Falco 49. Un'iniziativa accolta favorevolmente dalla nostra testata che ha deciso di farsi garante dell'iniziativa mettendosi a disposizione per raccogliere le candidature degli aspiranti scrutatori ed essere presente nella commissione guidicatrice per controllare che tutte le operazioni vengano fatte con la massima trasparenza.

Prossimo appuntamento per la riunione in commissione elettorale, fra consiglieri e sindaco, il 7 febbraio. Lo Scrutatore designato sarà chiamato a svolgere obbligatoriamente la propria funzione, salvo rinuncia per gravi e comprovati impedimenti da comunicare entro 48 ore dalla notifica all'Anagrafe.

La nomina degli scrutatori sarà effettuata dando priorità ai disoccupati che siano iscritti presso il centro territoriale per l'impiego ai sensi dell'art.

Nessun sorteggio, gli scrutatori a Giugliano per le prossime elezioni del 4 marzo saranno selezionati dalla commissione elettorale.

Ma come diventare scrutatori per le elezioni politiche 2018?

Di norma, nelle elezioni amministrative e politiche, gli scrutinatori percepiscono circa 120 euro a cui 25 euro per ogni scheda elettorale in più (fino a un massimo di quattro maggiorazioni). Nei seggi speciali, invece, i compensi sono inferiori (circa 61 euro).