Di Maio-Renzi, scontro su i candidati impresentabili

Di Maio-Renzi, scontro su i candidati impresentabili

E fa l'elenco di qualche nostro candidato che ha ricevuto avvisi di garanzia. "Non speriamo nella loro condanna, ma facciamo il tifo per la loro innocenza, perche' noi non siamo come Di Maio, che e' garantista il lunedi' con i suoi amici e giustizialista con gli avversari il martedi'". "Abbiamo preparato la querela, se accetterà di rinunciare all'immunità parlamentare, cosa che non ha fatto in più di una circostanza".

"Gli faremo avere - ha detto Di Maio, oggi a Cagliari nel corso del suo tour elettorale in Sardegna. - il modulo che ha compilato ieri Dessì come atto d'impegno a rinunciare". "Non è un programma di destra o di sinistra ma con l'unico fine di migliorare vostra qualità della vita". Dopo il discorso di Di Maio, il Movimento 5 Stelle Olbia ha presentato i candidati all'uninominale: Nardo Marino alla Camera e Maria Vittoria Bogo Deledda al Senato. "E' assurdo. Ed è anche per questo motivo che io credo al progetto di Di Maio e del Movimento che ritengo essere serio e credibile". "E soprattutto penseremo a connettere la scuola con il mondo del lavoro, per consentire ai giovani di trovare immediatamente uno sbocco occupazionale in un mondo del lavoro che cambia rapidamente, potenziando gli istituti tecnici e industriali". Si è recato poi a Carbonia, dove è stato accolto, al palazzetto dello sport, dal sindaco grillino della città, Paola Massidda e a Nuoro. La politica in favore delle imprese parte dalla semplificazione legislativa: un massiccio disboscamento legislativo ma anche una politica fiscale che non sia vessatoria nei confronti delle piccole imprese, degli artigiani, dei commercianti. La nostra pensione di cittadinanza, insieme al reddito di cittadinanza, ammonta, per la prima annualità, a 17 miliardi, per il secondo a 14 e va a diminuire sensibilmente con l'aumento dell'occupazione. Lui che ha spifferato a De Benedetti il decreto sulle popolari che ha permesso all'editore di Repubblica un plusvalore di 600.000 euro alla faccia dei risparmiatori sul lastrico. Durante il godimento della misura di sostegno, il cittadino è obbligato a dare 8 ore del suo tempo al suo Comune per lavori di pubblica utilità. E "quindi le altre forze politiche dovranno per forza venire e fare i conti con noi che non faremo assolutamente scambi di poltrone".