Dal 12 febbraio torna Montalbano: le confessioni di Zingaretti

Dal 12 febbraio torna Montalbano: le confessioni di Zingaretti

Due i nuovi film in programma su Rai1 lunedì 12 e 19 febbraio in prima serata.

Giovedì 1 febbraio è stata organizzata la conferenza stampa per la nuova stagione della fiction Rai Il Commissario Montalbano. Le due nuove puntate della fiction, intitolate 'La giostra degli scambi' ed 'Amore', verranno infatti trasmesse in prima serata dalla RAI rispettivamente in data lunedì 12 febbraio 2018 e il lunedì successivo, 19 febbraio.

Ad impreziosire un cast affiatatissimo - Cesare Bocci è il fidato Mimì Augello, Sonia Bergamasco la "nuova" Livia delle ultime stagioni, e poi ancora l'ispettore Fazio, Catarella e tutti gli altri protagonisti del commissariato di Vigata - ci sarà come guest star Fabrizio Bentivoglio (nell'episodio "La Giostra degli Scambi"). Se fosse per me, farei moltissimi film nuovi e meno repliche, ma le scelte della rete negli anni hanno dato enormi soddisfazioni, dimostrando che il prodotto poteva competere anche con i 'rivali' delle altre emittenti'. Lascia il commissario solo nella gelida aria di morte a immaginare il piu' assurdo dei delitti. Proprio la cura e l'attenzione in dialoghi e storia connessi, hanno fatto le fortune di Montalbano, prima ancora dell'eterna storia/lotta d'amore con la Livia sempre residente a Boccadasse (Genova): "Questi due episodi" dice Sironi ai giornalisti, "esplorano i sentimenti". Quella cieca degli amori passati che non possono essere cancellati dalla memoria.

Il regista Alberto Sironi, ritiene "sia un privilegio mettere in scena le cose che scrive Camilleri, perché si può fare un brutto film da una buona sceneggiatura, ma di certo con una brutta sceneggiatura è impossibile fare un bel film". E l'infinita tenerezza di amori perenni che non vogliono finire. Entriamo nella vita di Saverio Moscato, che avvelena il suo amore per la povera Michela Prestia, per la folle pretesa di cancellare il passato. E ancora una volta Camilleri ci consegna un finale aperto. "Camilleri porta i suoi personaggi al compimento degli amori, a volte tragici, a volte comici, a volte teneri e consolatori". A firmare la colonna sonora Olivia Sellerio, che canta i due brani Tornu dissi amuri e di Nuddu è di nuddu (e nuddu m'avi). Il terrorismo che ci porta a vivere nella paura, i continui sbarchi di gommoni che spaventano e fanno riflettere, le tante guerre che affliggono il pianeta... rimane comunque immutato "il potere salvifico dell'amore, e chi coglierà quest'aspetto più che rassicurato si sentirà accolto". Due nuovi tasselli nel mosaico dell'artista palermitana da anni impegnata nel rinnovare la tradizione musicale della sua terra con contaminazioni inattese: nel suo repertorio interpretazioni di riconoscibile impronta jazz e sonorita' di Sicilia, vocalita' mediterranee e africane, latinoamericane e neolatine, si fondono in un incontro inedito, in un lavoro di ricerca e sintesi che coniuga linguaggi e generi musicali di mondi diversi al melos siciliano.