Claudio Baglioni, polemica sulle frasi contro gli Alpini

Claudio Baglioni, polemica sulle frasi contro gli Alpini

Parte da un assessore di Cuorgnè, dove ha vissuto ed è morto nel 1916 il generale Giuseppe Domenico Perrucchetti, fondatore degli Alpini, la richiesta sui social a Claudio Baglioni, direttore artistico e conduttore del Festiva di Sanremo in onda in questi giorni, delle scuse ufficiali.

"Abito e sono assessore della Città di Cuorgné che è stata la dimora fino alla morte del Generale Perrucchetti fondatore del Corpo degli Alpini". "Non è solo il direttore de 'l'Alpino' ad essere indignato - ha concluso Fasani - ma lo sono tutti i 400mila iscritti all'associazione che pagano il canone, oltre ai loro familiari e ai loro conoscenti". "Attendo e attendiamo - conclude l'assessore - delle scuse".

"Non sarà un raduno degli alpini".

"Non faremo un raduno degli alpini", ha detto Claudio Baglioni, in conferenza stampa, presentando il suo Festival di Sanremo.

"Sicuramente il Festival di Sanremo è un evento a carattere internazionale e chi ha la fortuna di partecipare alla competizione entra nella storia della Canzone Italiana".

Dopo il post di Davide Pieruccini diversi alpini avevano condiviso la protesta. "A noi Penne Nere, perché sono anch'io un Alpino, e mi sento offeso dalla tua frase quasi a considerare gli Alpini una banda si disorganizzati". Lo sfogo dell'assessore è finito immediatamente sui Social, arrivando fino a Sanremo: "Nessuno può minimizzare il mondo degli Alpini, dal sacrificio nelle guerre fino alla solidarietà per le varie missioni di pace che il nostro illustre corpo svolge in molti angoli del mondo".