Bari, domani l'estrazione pubblica degli scrutatori per le elezioni del 4 marzo

Bari, domani l'estrazione pubblica degli scrutatori per le elezioni del 4 marzo

Sebbene la legge 8 marzo 1989 n. 95 art. 6 prevedesse la possibilità di nominare direttamente gli scrutatori, la Commissione ha voluto procedere al sorteggio tra tutti gli iscritti all'albo al fine di garantire una maggiore trasparenza.

Si svolgerà domani 7 febbraio, alle 16.30, nei locali dell'Ufficio Elettorale di corso Vittorio Veneto a Bari il sorteggio per gli scrutatori comunali in vista delle Politiche del 4 marzo prossimo. Tale richiesta, anticipata prima informalmente, è stata seguita da una Pec indirizzata all'amministrazione nella quale si è ribadita la necessità, per il movimento 5 stelle di Sciacca, di individuare dei criteri di preferenza - hanno spiegato - nella scelta.

"Giorni fa - afferma Giuseppe Fava segretario dei GD di Buccheri - con un documento rivolto al Sindaco e alla Commissione Elettorale, avevamo chiesto che per la scelta degli scrutatori venisse data priorità a disoccupati e studenti".

"Dare precedenza ai disoccupati, in maniera trasparente e seguendo una graduatoria, è un modo efficace per evitare le nomine clientelari da parte dei consiglieri impegnati nelle commissioni elettorali, si scardina un sistema - concludono i pentastellati - radicato nei nostri territori e che alimenta dubbi sulla correttezza delle procedure elettorali".

Anche quest'anno si è scelto il sorteggio totale, secondo un procedimento di carattere telematico che partedall'estrazione di un primo scrutatore e di un numero ponte che permetta di fermarsi di volta in volta, proprio attraverso il salto dal primo scrutatore al successivo attraverso quel numero, sui 164 scrutatori (oltre 100 supplenti) che formeranno la platea degli operatori di seggio delle prossime elezioni.