Trump contro Jay-Z: "Disoccupazione tra afroamericani mai così bassa"

Trump contro Jay-Z:

Il protagonista delle nomination per i Grammy, e marito di Beyoncè, ha attaccato il presidente Usa per le sue frasi razziste.

L'agenda politica e le complicate dinamiche del confronto tra gli schieramenti al Congresso hanno, però, interrotto troppo presto la luna di miele tra il tycoon di New York e un mondo, quello della politica di professione, con cui proprio non riesce ad avere un rapporto armonioso.

Il presidente degli Stati Uniti ha twittato su JAY-Z in risposta all'apparizione del rapper ieri sul " Van Jones Show" della CNN. Sul fronte del Ttip, come già annunciato lo scorso settembre, i negoziati, ha poi ricordato il portavoce della commissaria Ue al commercio Cecilia Malmstroem, "sono stati effettivamente fermati", anche se l'Ue resta in linea di principio "impegnata a lavorare insieme agli Usa per un'ambiziosa agenda commerciale", come lo stesso Juncker ha ricordato a Trump in occasione della sua visita lo scorso anno a Bruxelles. Jay-Z infatti ammette: "Non penso che Trump mi inviterà". I soldi non fanno la felicità. Le persone vanno trattate come essere umani, questo è il punto.

La replica puntuta di Donald Trump contro Jay-Z e le sue accuse di ignoranza è arrivata via Twitter. Con un occhio, forse, al prossimo appuntamento delle elezioni di midterm del prossimo novembre il presidente, in un incontro con conduttori delle tv Usa, parla di volontà di "tornare" all'unita', superando divisioni profonde createsi fra repubblicani e democratici, non solo all'epoca Obama, ma anche all'era Bush.