Figc, fumata nera. De Laurentiis: "È stata solo una rottura, lo sapevo"

Figc, fumata nera. De Laurentiis:

Infatti, non c'è ancora un presidente dopo le dimissioni di Tavecchio e si rischia il commissariamento. In questa giornata abbiamo perso solo del tempo, il calcio va demolito e ricostruito da capo. Più concilianti, invece, i toni di Urbano Cairo: "Peccato, perché mi aspettavo un accordo tra Tommasi e Gravina", ha spiegato il presidente del Torino, alla "Gazzetta dello Sport".

Con gli stessi protagonisti? . Quando tocchi il fondo non puoi che ricominciare, non ci sono alternative.

Come mai? "Quando, fra di noi in Lega, riusciamo a fare una riflessione di gruppo, capita di guardare ad altre realtà. E ci piace quella inglese.". "Non temo nulla. Facciano quello che devono o possono".

De Laurentiis e la teoria del diluvio universale: "Dobbiamo ricucire l'intero movimento. Prima il Mondiale perso, ora questo spettacolo impensabile: se non cambiamo le cose adesso, addio". Quanto ci vorrà? Due/tre anni: però ripeto, bisogna ripartire da zero, non mettere delle semplici pezze.

Malagò, numero uno del Coni, vi aveva dato l'avviso: sulle elezioni c'è il rischio stallo meglio fare un passo indietro. "Invece così abbiamo fatto un'ulteriore figura di cacca". Importa che questa lezione ci serva da scossa: la Seria A può andare avanti, e vivere, anche da sola”.