Donna sotto la metro, il momento della spinta

Donna sotto la metro, il momento della spinta

L'uomo, nel corso dell'interrogatorio di oggi, ha ammesso le sue responsabilità ribadendo quanto aveva raccontato nel momento dell'arresto ai poliziotti: "Me lo ha detto Dio". Il pm di Roma Alberto Pioletti ha chiesto per Trotta la perizia psichiatrica, richiesta avallata anche dal suo difensore, l'avvocato Maurizio Scuderi. Tutto è successo in pochi attimi immortalati dalle telecamere di sorveglianza: l'uomo si è avvicinato alla donna, l'ha spinta, lei cadendo è rimasta incastrata tra il convoglio e i binari, mentre lui scappava, facendo perdere le sue tracce.

L'indagine dei poliziotti della Squadra Mobile di Luigi Silipo e degli uomini del commissariato Esposizione, coordinati dal pm Pioletti, è stata rapida: testimonianze e video hanno incastrato Trotta che è stato arrestato nel giro di pochissime ore. I vigili del fuoco, dopo aver sollevato il treno con il carro gru, hanno estratto la donna, poi consegnata ai sanitari del 118 che l'hanno portata in codice rosso all'ospedale San Camillo. La donna, peruviana di 47 anni, è tuttora ricoverata: nell'incidente ha perso l'avambraccio sinistro ed è stata sottoposta ad un lungo intervento chirurgico. Le condizioni sono buon, ma la donna resta in terapia intensiva. Tra 3/4 settimane sarà poi valutata la sua situazione ortopedico-chirurgica per intervenire sul bacino e le pelvi oggetto di numerose fratture.