La Corea del Nord avverte Trump: pronte soluzioni spietate

La Corea del Nord avverte Trump: pronte soluzioni spietate

Piena solidarietà al Paese nipponico, infine, è stata espressa anche in riferimento alla questione dei cittadini rapiti dai servizi segreti nordcoreani negli anni Settanta e Ottanta in merito alla quale il presidente Usa ha incontrato una delegazione di familiari. Appena sbarcato sulla base aerea di Yokota, a ovest di Tokyo, Trump non ha lasciato dubbi: "Nessun dittatore deve sottovalutare la determinazione e la risolutezza degli Stati Uniti". Lo ha affermato il presidente Usa Donald Trump durante la conferenza col premier giapponese Shinzo Abe a Tokyo.

Trump ha definito il programma missilistico nucleare nordcoreano una minaccia per il mondo, nella tappa giapponese del suo viaggio in Asia.

"L'alleanza tra gli Stati Uniti e il Giappone non è mai stata così solida": lo ha detto ai giornalisti il presidente americano Donald Trump in visita a Tokyo, ribadendo l'affinità con il premier nipponico Shinzo Abe. Venerdì 10 novembre The President si recherà infatti in Vietnam (Hanoi) per il meeting dell'Asia-Pacific Economic Cooperation (APEC). "Speriamo di incontrarci con Putin".

A tema vi è la sicurezza dell'estremo oriente, con le crescenti minacce della Corea del Nord, ma anche il tentativo di riequilibrare la bilancia commerciale con i Paesi dell'Asia-Pacifico.

Puntualizzando che le relazioni fra i due paesi "sono le migliori di sempre", il presidente Usa ha confermato la sua netta contrarietà al Trattato transpacifico (Tpp) che aveva firmato il suo predecessore Barak Obama nel 2016 insieme a 12 nazioni dell'Asia, per cui la sua strategia sarà quella di negoziare con il Giappone un accordo sé stante, volto anche a rendere gli Usa un ambiente favorevole agli investimenti giapponesi e quindi a creare posti di lavoro.

Da Pyongyang la risposta alle affermazioni di Trump è ferma e secca: "Se gli Stati Uniti continueranno - scrive il Rodong Sinmun - ad agire in modo sconsiderato, la Corea del Nord sarà costretta a infliggere una punizione risoluta e spietata con la mobilitazione di tutte le forze". Che conclude: "Se volete evitare la rovina, astenetevi dal fare commenti insensati".