Pd, stop bollette a 28 giorni per tutti

Pd, stop bollette a 28 giorni per tutti

"Il tema che non mi riguarda", ha aggiunto il ministro, "è il pregresso". "E' chiarissimo - aggiunge - che si tratta di una pratica commerciale scorretta".

Divieto, in tutti i settori soggetti ad authority indipendenti, di emettere fatture a 28 giorni, in modo non solo da fermare chi già lo fa, come le Tlc o le pay tv, ma anche per evitare che altri vengano tentati dall'idea. E' quanto prevede un emendamento del Pd (primo firmatario Stefano Esposito) al dl fiscale depositato in commissione Bilancio del Senato. "I contratti di fornitura dei servizi di pubblica utilità prevedono", si legge nel testo, "la cadenza di rinnovo delle offerte e della fatturazione dei servizi ad esclusione di quelli promozionali o a carattere temporaneo o stagionale, su base mensile o suoi multipli". Previsto anche il raddoppio delle sanzioni e un indennizzo forfait da 50 euro per i clienti.

Sull'eventualità di un incontro con le società, chiesto da Asstel, Calenda ha detto: "Possiamo incontrarli o meno ma il tema per noi è già definito".

Sarà vietata la tariffazione a 28 giorni da parte degli operatori telefonici. "Intervenire con un obbligo legislativo sui prezzi andrebbe contro tutto questo e ci porterebbe in un quadro normativo di dubbia compatibilità con quello europeo".