Nazionale, Buffon: "Contro Spagna con spregiudicatezza e coraggio"

Nazionale, Buffon:

Gigi Buffon sta parlando in conferenza stampa dal Santiago Bernabeu di Madrid dove domani la nazionale italiana giocherà contro la Spagna in una partita chiave per la qualificazione alla Coppa del Mondo.

Non sono piaciute le considerazioni fatte da Buffon sul VAR dopo la gara che ha visto i bianconeri espugnare Marassi nella seconda giornata di campionato. A parte la finale dell'Europeo, le altre ci hanno visto pareggiare, andare ai supplementari o ai rigori. Ho 40 anni, da 23 anni sono nel calcio, non sono l'ultimo stupido, forse saro' il penultimo. "Da lì a dire che vinceremo. non lo so". È una partita di calcio e se fai bene le cose che sai fare hai la possibilità di mettere in difficoltà gli avversari.

Relativamente all'atteggiamento tattico spagnolo che potrebbe prevedere la presenza del falso "nueve", l'estremo difensore juventino ha ammesso: "Ci sarà da soffrire e battagliare, e io non sono uno stratega".

"Spagna? Il loro allenatore avrà le scelte opportune perché la Spagna arrivi al risultato". Lui è un ragazzo che si lascia guidare dall'entusiasmo, da grandi sfide. Vogliamo capire se è un qualcosa che ci può portare a dei risultati importanti oppure se dobbiamo perfezionare e migliorare. "Uscire da questo stadio con una bella prova è una iniezione di fiducia". "Spero che la serena follia dei miei compagni più giovani non venga annullata dalla pressione di una partita come questa". "In un momento come questo, in cui la condizione fisica dei più può non essere ottimale, magari il pensiero di aver preso un giocatore nel pieno della stagione abbia toccato il ct. Indubbiamente anche in passato ci ha fatto male, ma sono cambiate tante cose".