Ounas: "Volevo solo il Napoli, contro il Real Madrid mi ha stregato"

Ounas:

“La stima di Mourinho fa piacere. Quando è arrivata la chiamata del Napoli, a metà maggio, non ci ho pensato due volte: volevo fortemente questa squadra. Per un attaccante è il massimo, abbiamo sempre il pallone, si segna tanto, è uno spettacolo. Ai tifosi già piace, al di là delle doti balistiche, per il suo caratterino che si avvicina allo spirito partenopeo: vispo, allegro ed anche molto social, si è subito fatto conoscere ai tanti attraverso foto e video.

Ounas:
Ounas: "Volevo solo il Napoli, contro il Real Madrid mi ha stregato"

In questa fase della sessione estiva di calciomercato il Napoli si trova ora a dover concentrarsi sulle cessioni. "La prima partita del Napoli che ho visto in tv è stata Napoli-Frosinone 4-0, quella del record di Higuain". Ad avermi rapito, però, è stata Napoli-Real Madrid: "per cinquanta, sessanta minuti sono rimasto a bocca aperta". Ho scelto Napoli per crescere e vincere. Io spero soltanto di segnare il più possibile. Posso giocare a destra e a sinistra. Certi discorsi li lascio ai leader, ai grandi. So che lambiente ha sete di trofei e so di essere in un gruppo che punta in alto in Italia e in Champions League. Il primo obiettivo fondamentale della stagione. Subito nella mischia, Ounas non ha tradito le attese, anzi: inserito fin dal principio nei meccanismi già oleati di mister Sarri, il francese-algerino ha appreso in pochi giorni i primi dettami, quelli base, per essere fin da subito protagonista nell'attacco dei partenopei. Le rivali? Innanzitutto la Juve, e anche Milan e Roma. "Spero di entrarci in pianta stabile, soprattutto in vista del Mondiale". Numero di maglia? Ho scelto la 37 che è il codice di Tours, la mia città. Ho anche una sorella: verranno spesso a Napoli. Gli altri club che hanno contattato il mio agente? Anche papà giocava: seconda divisione algerina. Certo, la solidità difensiva di Trento e Carpi non sarà quella di Juventus e Roma, ma la naturalezza con la quale ha attaccato lo spazio, leggendolo prima ed aggredendolo successivamente, lasciano un messaggio indelebile delle qualità del classe 1996 di Chambray-lès-Tours.