Usa, mamma chiude bambini in auto sotto i sole:morti entrambi

Usa, mamma chiude bambini in auto sotto i sole:morti entrambi

Il gran caldo ha stroncato i piccoli Juliet e Cavanaugh. Secondo i dati snocciolati dal Post, negli ultimi vent'anni sono stati più di 700 i bambini morti per colpi di calore in auto surriscaldate. L'abitacolo all'interno dell'auto si è trasformato quindi in una trappola mortale: entrambi i piccoli sono morti a causa del soffocamento da caldo. L'intento della giovane madre era quello di "punire" la bimba poiché si rifiutava di scendere dalla vettura.

Una donna statunitense di ventiquattro anni, Cynthia Marie Randolph, è stata arrestata dalla polizia della contea di Parker, Texas, per la morte dei suoi due figli - di un anno e due anni - lasciati chiusi per ore in un'auto con una temperatura esterna di circa 35 gradi. L'episodio inquietante è avvenuto il 26 maggio scorso quando Cynthia Marie decise di chiudere i due figli in auto allo scopo di "dare una lezione" alla maggiore. Nel corso di un'intervista ha spiegato: "quando il medico ci ha gentilmente spiegato che Riley probabilmente non ce l'avrebbe fatta, mi sentivo come se qualcuno mi avesse infilato una mano nel petto stringendo forte il mio cuore". Solo oggi, tuttavia, è venuta a galla la terribile verità sul decesso dei due piccoli angeli. La donna era entrata in casa, aveva fumato un po' di marijuana e poi si era addormentata. Allo sceriffo, la donna si è giustificata asserendo: "Pensavo che sarebbe uscita da sola e avrebbe tirato fuori il fratello, a un certo punto". La donna ha prima tentato di inscenare una disgrazia, poi ha confessato. Ad aggravare la posizione della 24enne texana, arrestata con l'accusa di lesioni aggravate, è stata anche la messinscena realizzata dopo essersi accorta della morte dei figli.